(+39) 3409510078 info@maldavventura.it
(+39) 3409510078 info@maldavventura.it
Confermato 1 Posto disponibile
Quota 480€
Prenota un posto
Chiedi informazioni:
Nome e cognome*
Email*
Telefono*
Il tuo messaggio*
Acconsento al trattamento dei dati personali secondo l'informativa sul trattamento dei dati personali (art. 13 D.lgs. 196/2003) (art. 13 GDPR 679/2016)
Per favore, accetta i termini e le condizioni per inviare il tuo messaggio.
Settembre 15, 2021
Disponibilità: 1 posti
* Per favore seleziona tutti i campi richiesti per procedere allo step successivo

Invia prenotazione

Aggiungi alla Lista dei Desideri

Per aggiungere un tour alla Lista dei Desideri devi creare un account

738

Rimani aggiornato sui nostri viaggi

Hai un gruppo preformato? Vuoi organizzare questo viaggio?

Se sei interessato a questo viaggio e vuoi partire con un gruppo di amici nelle date che preferite, contattaci!

(+39) 340 9510078

maldavventura@gmail.com

PER I TUOI VIAGGI IN BICI

Biketrotter - Viaggi in bici

PER I TUOI TREKKING E VIAGGI A PIEDI

Trekkilandia - Trekking e Viaggi a Piedi organizzati

Trekking all’Isola D’Elba – La Grande Traversata Elbana

0
  • dal 15/09 al 19/09/2021
  • 5 giorni / 4 notti
  • Viaggio con guida

Trekking all’Isola d’Elba – La Grande Traversata Elbana

Benvenuti all’Elba, l’isola fumosa e sfavillante, come la chiamavano Greci e Romani e ancora oggi colma di natura, storia e cultura. Il nostro lento cammino giornaliero alternerà mare, collina e montagna, per immergersi nelle bellezze naturalistiche che solo questa isola può regalarci. Lontano dal turismo di massa ci faremo avvolgere dalla macchia mediterranea, viaggiando nel tempo attraverso antichi borghi dove il tempo sembra essersi fermato, accompagnati da quel mare che tanto ci fa sognare.

Il nostro trekking itinerante all’Isola d’Elba inizia nel paesino di Cavo, un piccolo villaggio situato vicino all’estrema punta nord orientale dell’Isola. Da qui inizierà il nostro cammino fatto di mare, montagne, foreste, giungla e antichi borghi. Esploreremo l’isola passando da alcuni degli abitati più belli dell’Isola come Porto Azzurro, San Piero, Marciana alta, Pomonte e Chiessi. Cammineremo sui i sentieri più belli di tutta l’Elba percependo il senso del viaggio inteso come scoperta e stupore ad ogni passo fatto.

Importante sapere che la nostra Grande Traversata Elbana, è stata arricchita rispetto all’itinerario classico, proprio per non far perdere al viaggiatore le “gemme più preziose” di questa incredibile isola.

Questo trekking itinerante può essere fatto con come  viaggio con zaino in spalla oppure trekking con trasporto bagagli a seconda delle proprie necessità. Il viaggio non presenta alcuna difficoltà tecnica, è comunque consigliato un certo allenamento prima del viaggio con qualche escursione in montagna.
Saranno necessari gli scarponcini da trekking alti alla caviglia e, per chi decide di farlo zaino in spalla, uno zaino da circa 35/40 litri.

Il Trekking all’Elba – La Grande Traversata Elbana in pillole:

  • Si pernotta in caratteristici hotel a conduzione familiare
  • Si cena in hotel
  • Gruppo massimo 12 persone 
  • Trekking itinerante 
  • Percorriamo la meravigliosa GTE (grande traversata elbana) arricchita da noi con alcune “gemme” imperdibili
  • Si cammina dalle 5 alle 7 ore al giorno 
  • I dislivelli sono compresi tra + 700m e +1100m
  • Sentieri di montagna, dorsali, mare, boschi ed storici villaggi 
  • 4 giorni di cammino 
  • Possibilità di singola su richiesta (salvo disponibilità della struttura)

Itinerario in breve:

  • Giorno 1: Arrivo a Cavo con aliscafo 
  • Giorno 2: Cavo – Porto Azzurro 
  • Giorno 3: Porto Azzurro – San Piero
  • Giorno 4: San Piero – Chiessi
  • Giorno 5: Chiessi – San Piero – Portoferraio

Cosa è compreso

  • Pratica per l'iscrizione al viaggio
  • Assicurazione medico bagagli
  • Guida ambientale che ha ideato l'itinerario esperta delle zone di viaggio
  • 4 pernottamenti in camera doppie, triple o quadruple con bagno in camera o in comune
  • 4 colazioni, 4 Cene (escluse le bevande)
  • Tutti i trasferimenti interni

Cosa non è compreso

  • Assicurazione annullamento (Stipulabile direttamente sul nostro sito internet)
  • Tutti i pranzi al sacco
  • Tutte le bevande extra ai pasti
  • Il traghetto andata e ritorno
  • Tutto quanto non espressamente indicato alla voce "Cosa è compreso"

5 motivi per fare il trekking all'Isola d'Elba

  • Natura incontaminata: L'Elba è ricca di vegetazione e di fauna, durante il nostro trekking potremo avvistare mufloni, cinghiali, gatti selvatici, ricci ed altri animali. In un attimo passeremo dal livello del mare a mille metri di altitudine.
  • Madonna del Monte: Il Santuario della Madonna del Monte è il più antico dell’isola, già attestato nel XIV secolo come Sancta Maria de Monte, al suo interno è possibile ammirare un affresco della Vergine risalente al XV secolo. Qui Napoleone accolse in gran segreto la sua amante Maria Walewska.
  • Il villaggio di Chiessi: Arriveremo a Chiessi dal meraviglioso punto panoramico del Troppolo, dopo una lunga discesa nella quale sembrerà di tuffarci in mare
  • La selvaggia valle di Pomonte: Una vera e propria giungla
  • I borghi storici di Marciana alta e San Piero in Campo

L' Isola d'Elba

L’Isola D’Elba può essere romanticamente chiamata una montagna persa nel mare.

La più grande delle isole dell’arcipelago toscano e la terza più grande d’Italia, é nota per le sue bellissime spiagge e per i suoi magnifici paesaggi che la rendono una meta perfetta per il trekking.

Conosciuta anche per essere stata la terra di esilio,nel 1814,del grande Napoleone Bonaparte affonda in realtà le sue radici storiche in un passato assai più remoto tanto da essere citata addirittura nelle Argonautiche (un Poema Epico di Apollonio Rodio del  III secolo a.C).

Antiche fonti letterarie narrano infatti che Giasone dopo essersi impossessato del Vello d’oro navigò attraverso il Mar Tirreno approdando sull’isola di Aethalia dove creò un piccolo porto (Aethalia altro non é che l’isola d’Elba e il porto probabilmente é l’attuale spiaggia delle Ghiaie).

Il Mito narra inoltre che sia stato proprio il sudore degli Argonauti appena sbarcati a dare la particolare forma striata ai ciottoli della spiaggia. Sull’Isola spicca il Monte Capanne con i suoi 1019 metri dalla cui cima, durante le giornate particolarmente limpide, si possono scorgere le lontane isole di Pianosa, Capraia,Montecristo e Gorgona e persino la Corsica. Mare, montagna, storia, leggenda, tradizioni, racconti popolari…questa é Isola d’Elba, questa è “la montagna persa nel mare”

Scheda Informativa Isola D’Elba:

Un’oasi verde nel cuore pulsante dell’Arcipelago Toscano. L’Elba è la terza isola più grande d’Italia, perla del Tirreno ad un passo dal canale di Corsica. Questa particolare posizione geografica ne fa un luogo incantevole per le sfumature del suo mare, le cui acque virano dal verde smeraldo al blu intenso. Un luogo incantato che d’autunno ospita spesso, al largo della costa, piccoli cetacei che nuotano liberi.

L’Elba è nota per le sue spiagge incontaminate, dalla sabbia bianca e l’attrattività vivace. Capo bianco è tra le mete più gettonate del turismo estivo di massa, meno nota e caratterizzata da affascinanti grotte superficiali è invece Prunini. Ma, chi ama la natura, non può perdersi un trekking nel Parco Nazionale dell’Arcipelago toscano. Unico nel suo genere per l’incantevole posizione, offre la possibilità di escursioni e regala tramonti da sogno. La flora dell’intera Elba è il suo punto di forza, del resto: la trasforma in un piccolo Eden di profumate ginestre, immense foreste di leccio e boschi di castagno.

Il trekking più bello, però, è la GTE – Grande Traversata Elbana: un lungo percorso, che attraversa tutta l’isola partendo da nord-est e fino ad ovest, salendo lungo i rilievi e poi scendendo a valle. Si parte dall’abitato di Cavo e si finisce a Patresi o Pomonte, in un percorso itinerante che consente di vedere alcune tra le spiagge più belle d’Italia, di scoprire piccoli paesini arroccati tra le colline, di percorrere antichi sentieri e di ristorarsi all’ombra di boschi vista mare (la conformazione territoriale permette agli escursionisti non esperti di visitare l’intera isola in poco meno di una settimana).

La particolarità della Grande Traversata Elbana sta proprio nell’alternarsi rapido dei paesaggi marini con quelli tipici della macchia mediterranea. Le calette che si incontrano durante il trekking, come Cala Mandriola, sono magiche, come il panorama sull’arcipelago dalla cima del monte Volterraio. Da percorrere, senza esitazione, i sentieri tra il golfo di Lacona e il paese di Portoferraio, che lasciano gli escursionisti senza fiato per l’incredibile bellezza naturalistica.

Il Clima

Il clima dell’Isola d’Elba è di tipo mediterraneocostiero. Gli inverni non registrano temperature particolarmente fredde, e le piogge sono rare in particolare nel periodo estivo. Con queste caratteristiche climatiche, l’isola è destinazione perfetta per i trekker in primavera e all’inizio dell’estate.

Ad agosto le temperature non superano mai i 30°C, grazie al vento di Maestrale che spira per l’intero anno solare contribuendo a rendere meno afosi i mesi più caldi. Raramente il Libeccio, soprattutto a luglio, impedisce ai traghetti di partire per le isole dell’Arcipelago toscano. 

Il segreto per ripararsi dal vento, se dovesse essere fastidioso, è saper scegliere il versante migliore in base alla sua direzione. Utile dunque consultare il meteo, anche secondo questo aspetto, per orientare il proprio trekking itinerante alla scoperta dell’Elba.

Come arrivare

Per raggiungere l’Isola d’Elba è necessario prendere il traghetto dal porto di Piombino. La tratta è ben coperta: in media partono traghetti verso l’isola ogni 30 minuti, con diverse compagnie di navigazione tra cui scegliere.

Il viaggio dura circa un’ora, e gli attracchi di destinazione sono Portoferraio, Rio Marina e Cavo (il tragitto per Cavo in aliscafo dura circa 15 minuti).

Poche le compagnie aeree che collegano le principali città italiane ed estere con l’isola. L’aeroporto elbano di La Pila si trova a pochi chilometri da Marina di Campo ed è facilmente raggiungibile da ogni località dell’isola.

Alcuni piatti tipici della cucina elbana

All’isola d”Elba ci sono molti piatti da poter assaggiare. Una cucina varia e genuina 

Di seguito alcune ricette tipiche elbane:

  • Stoccafisso alla riese.  L’ingrediente principale è lo stoccafisso, preparato in casseruola con aglio, prezzemolo, patate, cipolla, pomodoro, peperoncino, olive nere, acciughe, capperi e pinoli.
  • Sburrita. È una zuppa di pesce aromatizzata con spezie e verdure: questo piatto si prepara con baccalà bagnato, nepitella, peperoncino e pane casereccio toscano.
  • Gurguglione. Uno dei più famosi piatti tipici dell’isola d’Elba. A base di verdure (cipolle, peperoni, melanzane, zucchine, pomodori) cotte in padella. Il gurguglione può essere servito sia come contorno sia come piatto unico. Il nome potrebbe essere di derivazione spagnola.
  • Imbollite. Pietanza molto antica: sono focaccie con di fichi grasselli.
  • Sportella. Un dolce all’anice che si preparato per Pasqua.
  • Pesce. Ovviamente i piatti tipici a base di pesce ce ne sono in quantità. Polpo lesso, zuppa di favolli, totani e seppie preparati, minestre di pesce, cacciucco, preparato con diverse tipi di pesce.
  • Frangette. Fiocchi di pasta fritti in padella, e l’impasto è preparato con farina, uova, zucchero e un bicchierino di moscato.
  • Schiacciunta. Torta cotta in forno a base di uova, farina, zucchero, strutto e scorza di limone grattugiata.
  • Schiaccia briaca. Dolce natalizio, preparata con uvetta, pinoli, noci, nocciole, mandorle e un bicchiere di vino aleatico.

Dove dormiamo

Le strutture che utilizzeremo durante il nostro trekking itinerante all’Elba sono piccoli hotel a cinduzione familiare, con camere doppie, triple o quadruple con bagno in camera.

Le foto del viaggio

Programma giorno per giorno

Giorno 1Arrivo a Cavo

Ritrovo al porto di Piombino ore 14:00 dove ci imbarchiamo sull’aliscafo per Cavo. Al nostro arrivo ci sistemiamo nel nostro hotel. Possibilità di fare una piccola escursione. Prima di cena parleremo del programma di viaggio.

 

Giorno 2Cavo - Porto Azzurro (20km)

Dopo colazione inizia il nostro lento cammino. Partiamo in salita sul sentiero che porta al Monte Maggiore per poi camminare sopra il Parco Minerario di Rio Elba. Proseguiremo lungo la dorsale che dal Monte Strega ci porterà a Cima del Monte e poi giù in discesa verso Porto Azzurro. In questa tappa i nostri occhi avranno la gioia di incontrare il rosso della terra, il blu del mare e il verde della macchia. Nel pomeriggio arriviamo all’incantevole paese di Porto Azzurro, dove potremo rilassarci mangiando un gelato, prima di sistemarci nel nostro albergo.

  • Lunghezza : 20 km  
  • Dislivello: +/- 900 metri

Giorno 3Porto Azzurro - San Piero

Dopo colazione trasferimento in taxi (10 minuti) fino a Casa Marchetti dove inizia il nostro cammino di oggi. La parte centrale dell’Elba vi stupirà,  circondati dal profumo delle piante, godremo dello stupendo panorama sul golfo di Portoferraio e Lacona e Stella a Sud. Dopo una discesa in un canyon iniziamo a salire verso Colle di Procchio con vista sul piccola aeroporto di Marina di Campo. Nel pomeriggio arriviamo nel paesino di San Piero in Elba dove verremo accolti dal calore del nostro albergo a gestione familiare. A cena assaggeremo una delle migliori cucine casereccia di tutta l’isola.

  • Lunghezza : 15 km  
  • Dislivello: +750 metri /-500metri

Giorno 4San Piero - Chiessi

Una delle tappe più belle della Grande Traversata Elbana. Da San Piero saliamo attraverso le foreste del Monte Capanne. Camminiamo su un sentiero chiamato il santuario delle farfalle, giungendo alle pendici del monte Capanne per poi immergergi nel bosco di Castagni e Faggi fino all’eremo di San Cerbone. Arriviamo nello storico paese di Marciana dove ci fermeremo per il pranzo, per poi salire verso lo spettacolare Santuario della Madonna del Monte. Da qui imboccheremo su quello che viene considerato il sentiero escursionistico più affascinante di tutta l’Elba, fino a giungere alla salita del “Troppolo” che ci farà cambiare versante arrivando sopra il villaggio di Chiessi. La discesa verso il mare sarà lunga ma con tutta la magia di Chiessi ad attenderci. Cena a base di prodotti di mare

  • Lunghezza: 23 km  
  • Dislivello: +/-1200 metri 

Giorno 5Chiessi - San Piero - Portoferraio

Oggi il nostro cammino inizia presto, in direzione della bellissima e incontaminata valle di Pomonte, famosa per assomigliare ad una vera e propria giungla e allo stesso tempo essere molto romantica. Chi non è mai stato al villaggio Pomonte rimarrà incantato dalla sua bellezza con le sue casette incastonate ai piedi del Monte Cenno e toccate dalle acque cristalline del mar Tirreno. La salita della valle di Pomonte renderà il nostro trekking unico. Giungeremo ad alcuni Caprili, antichi rifugi di pastori, da dove godremo di una vista magnifica. Nel primo pomeriggio arriviamo a San Piero dove potremo pranzare prima di trasferirci a Portoferraio con trasporto privato. Nel secondo pomeriggio ci imbarcheremo sul traghetto per Piombino.

  • Lunghezza: 12 km  
  • Dislivello: + 800 metri / – 300 metri

 

Domande?

Quale tipi di assicurazione è compresa ?

Il nostro Tour Operator ha una convenzione con la compagnia assciurativa Axa e mette a disposzione di tutti i suoi viaggiatori una assicurazione Medico Bagagli inclusa ne prezzo del viaggio.

Potere trovare e scaricare  il PDF con il set informativo della polizza inclusa cliccando qui.

 

 

Posso stipulare una assicurazione che copra dai rischi de Covid ?

Si, il nostro Tour Operator ha a disposizione per i propri viaggiatori, con la compagnia Axa, una assicurazione “GOLD” che copre dai rischi di annullmento del viaggio e malattia e infortunio durante il viaggio anche in casi legati al Covid. 

Il PDF del set informativo della Polizza “Gold” è consultabile e scaricabile cliccando qui

Si consiglia di scrivere a segreteria@maldavventura.com per tutte le richieste specifiche sulle assicurazioni. 

C'è la possibilità di avere la camera singola?

Si, in questo viaggio è possibile avere la camera singola, salvo disponibilità della struttura