Non tutti sanno che… La leggenda degli innamorati dell’Alpe della Luna

Non tutti sanno che… La leggenda degli innamorati dell’Alpe della Luna

L’Alpe della Luna…il solo nome basta a condurre la nostra mente in luoghi immaginari e indurre il nostro cuore a sussultare di ardente romanticismo; il suo elevato isolamento, il territorio costituito quasi interamente di boschi, gli indescrivibili scenari naturali, i continui richiami mistici alla figura di San Francesco fanno di questa riserva il luogo ideale per coloro che cercano un’esperienza lontano dai ritmi frenetici della civiltà odierna. In questa terra così suggestiva e pressoché selvaggia nascono molti miti e leggende ma la mia attenzione é stata catturata da una in particolare…

Si narra che il giovane Conte Manfredi di Montedoglio e la bellissima Rosalia si innamorarono perdutamente dopo essersi incontrati ad una festa; gli incontri tra i due giovani divennero sempre più frequenti e, durante una sera di luna piena, la fanciulla raccontó al Conte questa storia:”se quando la Luna si appoggia all’Alpe una persona riesce a toccarla ogni suo desiderio verrà esaudito e tutti i tesori nascosti dall’Aple saranno suoi, trasformandolo nell’uomo più ricco e potente del creato…ma nessuno é mai riuscito nell’impresa, chi ha tentato, non é mai più tornato, perché l’Alpe é della Luna e lei uccide tutti coloro che osano avvicinarsi!”

I matrimoni a quel tempo erano combinati e i genitori di Manfredi non approvavano questa unione…il giovane decise quindi di tentare l’impresa e promise alla ragazza che avrebbe toccato la Luna per lei e rubato tutti i tesori dell’Alpe così che nessuno si sarebbe più opposto al loro amore.

Lei, troppo innamorata per permettere che andasse da solo, lo seguì…montarono in sella ai cavalli e partirono alla volta dell’Alpe. Da quella notte nessuno li ha più rivisti!

Nei secoli a venire sono molti coloro che giurarono di aver udito il galoppo di due cavalli nelle notti di plenilunio e di aver visto due ombre con le mani protese verso l’alto nel vano tentativo di toccare la Luna.

Questa bellissima storia d’amore é solo una delle tante leggende legate a questi luoghi: altre narrano di antichissimi riti legati alla Luna e di popoli magici che abitavano queste terre in epoche antichissime, esseri con un legame fortissimo con la natura che molto ricordano i Druidi celtici, guardiani del sacro ordine naturale. La stesso San Francesco, per il suo particolare legame con la Natura e la sua capacità di comunicare con essa é stato, da alcune correnti di pensiero, collegato a queste figure…ma questa é un’altra storia…

Nessun commento

Rispondi